AVEZZANO. CIVILTA’ ITALIANA E’ PRONTA AL “FAI DA TE” NEL FUCINO CI DICANO DOVE SMALTIRE LA ROBACCIA RACCOLTA

Messaggio Pubblicitario Elettorale

AVEZZANO – Domenica 2 agosto si è svolta la giornata dimostrativa promossa da Civiltà Italiana per pulire canali e strade del Fucino dalla plastica. A distanza di una settimana gran parte delle decine di metri cubi del “pescato” incompatibile con l’ambiente agricolo resta accumulata sul posto, mentre da accordi con il Comune di Avezzano, nella giornata di lunedì ne era previsto il prelievo.

Siamo quindi costretti a commentare con opposti sentimenti gli esiti di “ACQUE LIMPIDE NEL FUCINO”, ha dichiarato Pierluigi Palmieri, Coordinatore di Laboratorio Civiltà Italiana e Presidente di CREDICI- Associazione per la tutela dei diritti civili.
Alla soddisfazione per il solerte lavoro degli “spazzaplastica” volontari che hanno collaborato con Civiltà Italiana, in cui magna pars ha avuto Plastic Free, è seguito il disgusto provocato dalla varietà di “immondizie” estratte dai canali, scambiati per discariche da inquinatori seriali, vocati all’evasione dei tributi. Alla propositività che ci anima si contrappone lo scetticismo nei confronti del sistema che dovrebbe salvaguardare la purezza delle acque del Vecchio Lago, patrimonio di tutti i marsicani e oltre che degli agricoltori che stanno compiendo sforzi immani per far fronte all’emergenza Covid, che ha “falciato” i loro fatturati.
Dall’ennesimo sopralluogo di venerdì pomeriggio è emerso che i rifiuti speciali estratti dai canali sono stati lasciati sul posto dalla Tekneko. Abbiamo deciso di provvedere al prelievo con mezzi privati, comunica Palmieri, perché sono stati vani i solleciti alla ditta che non ha effettuato il prelievo. Sono stati contattati alcuni imprenditori agricoli che provvederanno a caricare il materiale su un rimorchio privato e a trasportarlo momentaneamente in un luogo recintato. E’ mortificante constatare che cumuli di rifiuti speciali diano ancora brutta mostra di sé ai cigli dei canali dopo un’intera mattinata domenicale sacrificata al lavoro certosino e faticoso dai volontari. Emerge una disarmante mancanza di senso civico non solo da parte di chi ha inquinato i canali, primi destinatari della giornata dimostrativa di domenica scorsa, ma anche di chi avrebbe dovuto apprezzare lo spirito di collaborazione che è alla base del lavoro di ripulitura.

Civiltà Italiana, CREDICI e gli imprenditori agricoli hanno deciso di coordinarsi e di costituire un gruppo di lavoro che già lunedì prossimo si riunirà per analizzare a fondo il problema dell’intasamento dei canali del Fucino, la cui gravità è stata ribadita dagli esiti della giornata “Acque limpide nel Fucino”. Dall’incontro , sottolinea Palmieri, scaturirà una proposta di interventi concreti a cui le autorità regionali e locali non potranno sottrarsi. Bisogna agire senza ulteriori indugi.
Al Commissario Passerotti saranno comunque chieste precise indicazioni per lo smaltimento a Carico del Comune di Avezzano del materiale accumulato. Intanto, come dimostrano le foto, il mezzo è pronto ad intervenire
Pierluigi Palmieri

COMUNICATO STAMPA

Messaggio Pubblicitario Elettorale