SCURCOLA MARSICANA, A CAPPELLE ARRIVA L’ISOLA ECOLOGICA PER COMMERCIANTI E NON RESIDENTI

SCURCOLA MARSICANA –  E’ stata posizionata ieri, da Tekneko, l’isola ecologica in via Verdi nella frazione di Cappelle dei Marsi, che sarà attivata nei prossimi giorni.

La nuova ecopiazzola, così come quella posizionata in via Cavalieri di Vittorio Veneto a Scurcola, qualche mese fa, è parte del nuovo capitolato speciale d’appalto che il Comune ha stipulato con la società Tekneko, con l’obiettivo di fornire un servizio in più, per la raccolta dei rifiuti e la tutela dell’Ambiente, ai non residenti e ai commercianti.

Per poter utilizzare l’isola ecologica, e quindi conferire i rifiuti, sarà necessario avere una card, che verrà consegnata a coloro che sono regolarmente iscritti al Ruolo Tari del Comune. Questa sarà possibile richiederla e ritirarla già dal prossimo mercoledì, dalle ore 9:00 alle ore 13:00, nel comune di Scurcola Marsicana presso lo sportello del front office con gli utenti che la Tekneko ha all’interno, oppure direttamente nella sede della società durante gli altri giorni della settimana. Il cittadino dovrà portare con sé solo la carta d’identità e compilare il modulo che gli verrà consegnato allo sportello dagli addetti.

Per quanto riguarda gli info point dedicati ai cittadini non residenti, e che potrebbero tornare durante il fine settimana, Amministrazione e addetti alla consegna delle card si stanno organizzando per gestire l’afflusso delle persone in tutta sicurezza, secondo le normative previste per l’emergenza sanitaria.

Nel caso dei non residenti le piazzole ecologiche non vanno utilizzate tutti i giorni per conferire i rifiuti, ma solo nel momento in cui si lascia il Comune e, quindi, non è più possibile usufruire della normale raccolta giornaliera porta a porta.

“Speriamo venga utilizzata con criterio e come un atto ci civiltà – ha affermato il sindaco Maria Olimpia Morgante –, piuttosto che come un deposito di rifiuti all’esterno. Mi auguro, inoltre, che venga utilizzata da chi ne ha davvero bisogno, poiché per  tutti gli altri non si ferma il servizio di raccolta porta a porta”.

“Le due isole saranno costantemente monitorate – ha spiegato l’Ing. Francesco Tortora, assessore con delega alla Tutela ambientale –  sia per quanto concerne il riempimento dei secchi interni, sia per la quantità e la tipologia di rifiuti conferiti dai cittadini. Settimanalmente, infatti, la società Tekneko invierà un report al Comune che permetterà di visionare quante persone hanno conferito e cosa hanno gettato, questo per capire se venga fatta una corretta differenziazione dei rifiuti”.